Letteratura

I segreti del nostro cervello

Prima metà del Novecento. Un giovane ufficiale tedesco, professore di latino e greco, viene ferito alla testa da un’arma da fuoco: il trauma investe il lobo frontale sinistro. Risultato? Non riesce più a parlare in tedesco. Ma è ancora in grado di esprimersi in latino. I medici e gli scienziati sono perplessi. E indagano questa vicenda.

20-04-2015 | 11:40

Cappuccetto Rosso deve morire /1

"Cappuccetto Rosso deve morire" è il romanzo d'appendice scritto da Antonio Romano per il nostro sito. Un "feuilleton" poliziesco che proporremo a puntate ogni domenica. Questa è la prima puntata, con tanto di presentazione dei personaggi. "La donna di servizio entrò nella stanza e vide il corpo riverso sul pavimento immerso nel sangue...".

09-04-2015 | 16:28

Aldo Busi e le vacche amiche

Quando si reinventa una lingua, quando la letteratura prende dimensione dal suo stile e le parole diventano preziosi fendenti contro ogni luogo comune, caricando il loro portato semantico di nuovo significato, ecco, allora la storia che si racconta diventa un mero pretesto. Quello che fa Aldo Busi nel suo ultimo "Vacche amiche", uscito per Marsilio.

02-04-2015 | 14:39

La lingua va dove vuole

I dialetti, quando non siano usati per fomentare le peggiori frustrazioni politiche, possono essere una risorsa. Il primo a occuparsi degli aspetti formali dei dialetti italiani è stato Dante, che nel "De vulgari eloquentia" analizza una quantità di dialetti - o volgari italici - del proprio tempo. Perché per capire la nostra lingua bisogna partire da qui.

23-03-2015 | 16:14

Il poeta ha "dio dentro"

La poesia spalanca orizzonti, svuota e ammalia, è Arte cristallizzata in parole e immagini. Vessillo di ribellione intellettuale o vassoio da portata per le ideologie del potere. Un rito ancestrale, indorato di sacralità: in Platone l’ispirazione poetica è entusiasmo, parola greca composta da en (dentro) e teòs (dio). Il poeta ha il “dio dentro”. E ieri era la giornata mondiale della poesia.

22-03-2015 | 11:30

Bjork e Cummings. Il corpo è una voce

E.E. Cummings, uno dei maggiori poeti americani del ventesimo secolo, è ricordato soprattutto per l’uso sperimentale della sintassi, l’arbitrarietà tipografica con cui sceglieva le lettere maiuscole e minuscole e i frequenti e spiazzanti enjambement “visivi” dei suoi versi. Caratteri unici che hanno ispirato tanti musicisti. Bjork compresa.

17-03-2015 | 15:37

Pagine