Storie

Scusa se ti chiamo amore

Amore non correre che sudi! Amore fai il bravo! Amore, guarda che la mamma si arrabbia! Amore, te l'avevo detto che la mamma si arrabbiava! Tra un "Amore" e l'altro dove è finito il diritto al proprio nome?

Il vizio rende omaggio alla virtù

L'ipocrisia è presente nella nostra vita quotidiana. In ogni momento. Ma la sappiamo davvero riconoscere?

Chi è il vero orango?

Un tizio dà dell'orango a una signora. Doveva fare il dentista. Ma avendo i denti cariati ha ripiegato sulla politica.

Siamo tutti al buio

La televisione invade intrattenendo e condizionando individualmente, uno a uno, nello stesso momento, giorno o notte, da una stazione di informazioni centralizzata, milioni e milioni di persone. E di fatto la stiamo subendo. Tutti i giorni, senza sosta, una manciata di persone parla, mentre le altre, tutte le altre, ascoltano. Gli effetti delle immagini impiantate in questo modo creano le condizioni ideali per l’imposizione di una dittatura. La televisione è come un colpo di stato. È l’arresto di massa, l’arresto della nostra immaginazione. La televisione è autocrazia.

02-10-2013 | 18:12

Pompei proibita

Chi è stato a Pompei, ricorderà certamente i vari lupanari: i bordelli, che costituiscono un tassello fondamentale del mosaico urbano. Ma forse pochi, a parte studiosi e altri addetti ai lavori, conoscono il copioso patrimonio di scritte, più o meno trasgressive e provocatorie, che popolano questi così come altri luoghi della città.

02-10-2013 | 17:19

Aspettando invano il corriere

La barba da fare. I pensieri che corrono. E il corriere che non arriva con i libri. Perché in Italia...

Pagine