Teatro

Il senso del teatro per Mario

Il drammaturgo si occupa di ciò che "lo mette" scomodo nella vita, sperimenta per evitare di morire. Mario Perrotta, attore pluripremiato, ci racconta che cosa significa questo mestiere. Con, sullo sfondo, la follia di Antonio Ligabue.

Un bacio per Antonio Ligabue

Prima parte della trilogia dedicata ad Antonio Ligabue a cinquant’anni dalla sua morte. Con il monologo Un bès Mario Perrotta ha vinto il premio "Ubu" come miglior attore di teatro nel 2013 e il premio Hystrio come miglior spettacolo a giudizio del pubblico.

Eduardo De Filippo vs Carmelo Bene

«Ma tu li hai fatti i soldi con il teatro?», «No, non li ho fatti ancora, non credo si possano fare con il teatro», «Male, allora vuol dire che sei un cretino». Questo scambio di battute ebbe luogo molti anni fa a Roma, sul terrazzo della casa di Elsa Morante, tra due protagonisti del teatro italiano: uno - Eduardo De Filippo - affermato e con i soldi, l'altro - Carmelo Bene - non ancora affermato e senza soldi. Dopo quello con Gassman ora Chiocchia ci racconta il rapporto di CB con un altro gigante della cultura italiana.

18-04-2015 | 11:39

Un'estate per Pier Paolo Pasolini

Questo insolito spettacolo del Teatro delle Ariette è un omaggio a Pier Polo Pasolini, nel trentennale della morte. La scenografia è un campo, coltivato per mesi, trasformato in una chiesa. E in un luogo dedicato alla memoria.

 

La tavola imbandita a teatro

"Teatro da mangiare?" E' uno storico spettacolo del Teatro delle Ariette, ormai vicino alle mille repliche, molto amato in Francia e Spagna, che combina in modo originale e intimo il teatro e la vita vissuta, la parola recitata e la tavola imbandita. Sul palco.

Il teatro che nasce dal cibo

Il Teatro delle Ariette è una compagnia molto particolare, che unisce il teatro all’esperienza di vita, cercando una particolare forma di comunione con il pubblico. Il tutto fatto attraverso la condivisione del cibo che coltivano nella loro azienda agricola.

La trappola del personaggio

Passare dal teatro al cinema (e viceversa) è il miglior modo per l'attore per non restare intrappolato nel personaggio interpretato. Parola di Fabrizio Gifuni.

Lo straniero di Camus (e di Gifuni)

Lo straniero di Albert Camus è il nuovo spettacolo teatrale di Fabrizio Gifuni. La voce che diventa corpo. Per dare vita a uno dei grandi capolavori della letteratura mondiale. L'attore ce lo racconta.

Pagine