arte

Rapirò la luce al cielo

La luce delle città sta cambiando. Le classiche e confortanti lampade gialle stanno per essere sostituite, quasi ovunque, da gelide e alienanti lampade bianche al led. Motivo? Costano meno, dice la vulgata di piccoli amministratori locali. Un modo di pensare terribile, perché anche se fosse vero - ma non lo è - una vita in armonia vale di più di una squallida lampadina.

01-10-2017 | 14:05

La grande sbronza

“L’arte nel cesso. Da Duchamp a Cattelan, ascesa e declino dell’arte contemporanea” di Francesco Bonami è un volume agile, dal tono colloquiale e dal sapore vagamente ironico, infarcito di similitudini calcistiche e giovanilismi linguistici destinati ad accattivarsi le simpatie del pubblico meno esigente e più numeroso. Didi Bozzini ci racconta di cosa parla. E di cosa ha deciso di fare una volta letta l'ultima pagina.

20-08-2017 | 23:19

Provaci ancora, Tinto

La forza di Tinto Brass? Aver saputo inventare un suo genere. Non le commedie scollacciate con Pierino ed Edwige Fenech, nemmeno la pornografia gommosa, meccanica e seriale, ma qualcosa di diverso e ben più malizioso, l’ossessione cerebrale per il corpo femminile, restituita come grande atto liberatorio reciproco: alla donna la vanità, all’uomo il desiderio. E oggi una mostra ne celebra l'immaginario erotico.

26-06-2017 | 16:26

Quadri, miliardi, nani e ballerine

Dalla Biennale di Venezia alle aste di Sotheby's, da Art Basel a Frieze a New York, il circo dell'arte contemporanea è sempre in movimento. Orgia di parole, soldi, video, installazioni, quadri, botox, tartine, tette rifatte, vecchie glorie riscoperte, giovani rampanti da scoprire, truffe, coca, femminismo e prostituzione, capitalismo e rivoluzione, zen e puttanate. E l'arte?

15-05-2017 | 00:02

Romantico, irrazionale Salvador

Orologi sciolti, elefanti su trampoli filiformi, sagome oblunghe, riferimenti sacri, mitologici, esoterici. L’universo invertebrato di Salvador Dalì ha certamente connessioni psicanalitiche. Però può risultare più interessante esplorarne i riferimenti letterari, che inevitabilmente ci portano a riscoprire l’ombrosa figura di Isidore Ducasse, ai più noto come conte di Lautréamont.

20-12-2016 | 12:54

Pornografia al potere

Negli Stati Uniti si è imposto un brutale neofita della politica, palazzinaro noto per i ripetuti fallimenti, la simpatia verso il Ku Klux Klan, le trasmissioni televisive di serie B e la pletora di mogli conosciute sulle pagine dei giornaletti sconci. Nel frattempo, a Los Angeles si è spento Leonard Cohen, visto che per un’altra misteriosa legge del caso le disgrazie non giungono mai sole.

17-11-2016 | 16:28

L'ambizione di salire, la paura di scendere

Da che mondo è mondo ciò che sta sopra ha più valore di ciò che sta sotto. Il Paradiso in cielo e l’Inferno sottoterra sono solo l’esempio più scontato. È indiscutibile che la tensione verso l’alto rappresenti un contenuto a priori del bagaglio culturale di ognuno, un valore massimamente desiderabile fin dai primi anni della nostra vita, compresi quelli che precedono l’età della ragione. Chi ha mai visto due bambini litigare per il posto di sotto in un letto a castello? Nuova puntata dell'abbecedario eretico.

05-09-2016 | 15:54

Tutto è cominciato con un pisciatoio

Tutto è cominciato con un pisciatoio. Era il 1917. La vecchia Europa contava i milioni di morti di un’ennesima guerra e, mentre alcuni tra i suoi più grandi artisti, come Otto Dix, marcivano nelle trincee, dall’altra parte dell’Oceano Atlantico Marcel Duchamp si interrogava su quale fosse la natura dell’opera d’arte. Nuova puntata dell'abbecedario eretico.

21-08-2016 | 23:33

Pagine