Ulisse

Ulisse nel mar Baltico?

La guerra di Troia? I viaggi di Ulisse? Una saga ambientata nel mar Baltico, in zona artica. L’idea, a prima vista bizzarra, è figlia di una storia curiosa e, dopo vent’anni e non poche ironie e contestazioni, è presa talmente sul serio che vari studiosi la stanno valutando attentamente. L’ideatore e sostenitore tenace di questa proposta, non è un archeologo o un filologo classico; è un ingegnere. Si chiama Felice Vinci.

30-06-2016 | 09:54

La Brexit e Joyce: cos'è una nazione?

Da oggi 24 giugno 2016, il Regno Unito non è più in Europa. La Gran Bretagna rischia forse di diventare più “grande”, o di perdere del tutto la qualifica stessa di “grande”. Come ha affermato il lucidissimo Professor Michael Dougan (Università di Liverpool), pretendere di capire cosa succederà ora è pura illusione. E su questo James Joyce ci aveva già detto qualcosa.

24-06-2016 | 14:48

Se questo (Ulisse) è un uomo

Che cos’hanno in comune Omero, Orazio, Dante, Joyce, Levi, Tennyson, Pascoli, D’Annunzio, Saba, Pavese? Sono tutti autori che non hanno potuto fare a meno di confrontarsi con la figura di Ulisse, l’eroe versatile per definizione. Il guerriero più intelligente che ardimentoso, dalle molte astuzie, il viaggiatore per eccellenza, mai pago di cercare nuovi orizzonti, il bugiardo creativo, che talora mente senza motivo, come rilevano i versi omerici. L’uomo con le sue debolezze: umano, troppo umano nei suoi difetti.

03-10-2015 | 11:53

La morte di Nimrud è la morte della civiltà

Uno dei primi grandi viaggiatori nella nostra letteratura è stato Gilgameš, la cui Epopea è un testo antichissimo che ha probabilmente più di quattro millenni. Precede l’epica omerica, il Ṛgveda, le Upanishad e i grandi filosofi cinesi. Nella stessa zona in cui vennero ambientate le gesta del grande Gilgameš, della stessa storia millenaria fanno parte le statue e i siti archeologici che sta distruggendo l’Isis. Nimrud distrutta non lascia soltanto una grande rabbia, ma anche una profondissima tristezza, il sentimento tragico che si prova nel vedere una mancanza irreversibile.

07-03-2015 | 00:40